Indice Successivo Precedente Altri articoli Forum
 
 
jfk home
L'assassinio di John Fitzgerald Kennedy
 
 
Le inchieste del governo e la tesi ufficiale
 
Committee

L’HSCA

(House Select Committee on Assassinations)

L’House Select Committee on Assassinations (Comitato Scelto della Camera dei Rappresentanti sugli assassinii politici) fu costituito nel 1976 allo scopo di riaprire i casi delle uccisioni del Presidente John F. Kennedy e di Martin Luther King. Il Comitato doveva riesaminare il lavoro svolto e le poco convincenti conclusioni raggiunte dalla Commissione Warren, la precedente inchiesta del governo che aveva indagato sull'assassinio di JFK immediatamente dopo la tragedia di Dallas.

Le indagini durarono due anni, fino al 1978, e l’anno successivo l'HSCA pubblicò il suo rapporto, nel quale concludeva che, probabilmente, l’assassinio del Presidente Kennedy era stato conseguenza di un complotto. Secondo il Committee c’era stato un ulteriore sparo dalla collinetta erbosa (andato a vuoto), ma le indagini non erano giunte all’identificazione del secondo cecchino.

Quindi, sebbene non fosse stato l’unico a sparare, solo Lee Oswald aveva centrato il bersaglio, provocando la morte di Kennedy e il ferimento di Connally con due dei tre colpi sparati con il suo Mannlicher-Carcano. Secondo il Committee Oswald aveva esploso il primo (mancato), il secondo e il quarto colpo, mentre un suo complice dalla collinetta erbosa aveva esploso il terzo (mancato). L'HSCA non dice nulla sul destino delle due pallottole fuori bersaglio.

Il rapporto conclude che la CIA, l’FBI, il Servizio Segreto e le altre agenzie governative, non erano coinvolte nel probabile complotto. Anche il crimine organizzato e gli anticastristi cubani erano esclusi dal coinvolgimento in una cospirazione, ma il comitato riteneva possibile che singoli membri di questi gruppi potevano aver preso parte all’attentato.

Comunque, relativamente agli aspetti più superficiali e immediati dell’indagine, il rapporto dell'HSCA conferma le conclusioni della Commissione Warren. L’assassino, l'arma e la fonte principale degli spari sembrano essere dei punti fermi. Addirittura, anche se completamente stravolta nella tempistica, viene accettata anche la teoria del proiettile singolo. Ma come era già successo con il Rapporto Warren, quando andiamo a consultare in profondità la documentazione disponibile, ci troviamo di fronte a tali e tante contraddizioni, che è davvero difficile comprendere come abbia potuto il Committee giungere a conclusioni così clamorosamente incompatibili con gli accertamenti effettuati dai suoi stessi team di esperti ed investigatori.

Anche l’House Select Committee on Assassinations ritenne “opportuno” impedire per alcuni decenni il pubblico accesso a buona parte della documentazione prodotta, anche se questa non aveva nulla a che vedere con la sicurezza nazionale. Negli anni successivi, comunque, anche di questa commissione d'inchiesta verranno alla luce gravi omissioni e manipolazioni delle prove, a dimostrazione che, evidentemente, l'HSCA non aveva fatto molto per distinguersi o prendere le distanze dalle imbarazzanti e vergognose conclusioni contenute nel Rapporto Warren.

 

Giuseppe Sabatino

 

home
Indice Successivo Precedente Altri articoli Forum